Background Image

Lo Scapolare

Home  /  Lo Scapolare

Uno dei segni della tradizione della Chiesa, da sette secoli, è lo scapolare del Carmine.
La parola “Scapolare” indica una stoffa che i monaci indossano sopra l’abito religioso durante il loro lavoro.
La tradizione vuole che la Santa Vergine sia apparsa a San Simone Stock, facendogli dono dello Scapolare, affinché fosse usata da tutti i carmelitani, e prometteva:
“Ricevi, figlio dilettissimo, lo Scapolare del tuo Ordine, segno della mia fraterna amicizia, privilegio per te e per tutti i carmelitani. Coloro che moriranno rivestiti di questo Scapolare non andranno nel fuoco dell’Inferno. Esso è un segno di salvezza, di protezione e di sostegno nei pericoli e di alleanza di pace per sempre”.
In un’apparizione al Papa Giovanni XXII, riferendosi a quelli che avrebbero portato lo Scapolare durante la loro vita, la Santa Vergine disse quanto segue:
“O Giovanni, Vicario del mio diletto Figlio… concedi ampia conferma al mio santo e devoto ordine del Carmelo, iniziato da Elia ed Eliseo… E anche altri, se entreranno, faranno parte per Devozione, portando l’Abito Santo… Io, Madre della Grazia, libererò quanto prima e specialmente il primo sabato dopo la sua morte, quanti troverò nel Purgatorio: li libererò e li condurrò al monte santo della Vita Eterna”.
Lo stesso Pontefice confermò questa Indulgenza Plenaria nella celebre Bolla Sabatina, del 3 marzo 1322, confermata posteriormente da diversi Papi come Alessandro V, Clemente VII, Paolo III, S. Pio V e S. Pio X.
In origine lo Scapolare era di uso esclusivo dei religiosi carmelitani. Più tardi, la Chiesa, volendo estendere i privilegi e i benefici spirituali di questo abito religioso a tutti i cattolici, estese la possibilità del suo ricevimento a tutti i fedeli.

Lo Scapolare rappresenta l’impegno di seguire Gesù, come Maria, il modello perfetto di tutti i discepoli di Cristo. Questo impegno ha la sua origine nel battesimo che ci trasforma in figli di Dio.

La Vergine ci insegna a:
· vivere aperti a Dio e alla sua volontà, manifestata negli avvenimenti della vita,
· ascoltare la Parola di Dio nella Bibbia e nella vita, a credere in essa e a mettere in pratica le sue esigenze,
· pregare in ogni momento scoprendo Dio presente in tutte le circostanze,
· vivere vicini ai nostri fratelli nelle necessità e a solidarizzare con essi,
· introduce nella fraternità del Carmelo, comunità di religiosi, presenti nella chiesa da più di otto secoli, e impegnata a vivere l’ideale di questa famiglia religiosa: l’amicizia intima con Dio attraverso la preghiera,
· pone dinanzi l’esempio delle sante e dei santi del Carmelo con i quali si stabilisce una relazione familiare di fratelli e sorelle,
· esprime la fede nell’incontro con Dio nella vita eterna per l’intercessione di Maria e la sua protezione.

NORME PRATICHE

Lo Scapolare è imposto solo la prima volta, da un sacerdote.
Può essere sostituito da una medaglia che raffiguri da una parte l’immagine del Sacro Cuore di Gesù e dall’altra quella della Vergine Maria.
Lo Scapolare impegna a vivere come autentici cristiani che si conformano alle esigenze evangeliche, ricevono i sacramenti, professano una speciale devozione alla Santissima Vergine espressa almeno con la recita di alcuni misteri del Santo Rosario.
In modo particolare, si pregherà la Santa Vergine del Carmine nei giorni di Mercoledì e Sabato.